Santa Maria del Castello, che si raggiunge con una svolta da Moiano, rappresentava il confine tra Vico Equense ed il Ducato di Amalfi. Si erge a strapiombo sul mare di Positano in un sentiero tra rocce, prati, meli ed ontani. Quando la visuale si allarga si può vedere da lì l’intero Golfo di Salerno fino a Punta Licosa. È uno dei punti di partenza dell’ormai celeberrimo “Sentiero degli Dei”.

Belli Arcangelo e Raffaella quando ti accolgono e ti raccontano del loro covo, il Covo del Buongustaio. Lei un fiume in piena, lui timido e premuroso. Un tecnico Arcangelo, anche della pasticceria – lo dicono la delizia al limone e la sua ricotta e pera. Si sdoppia e si diverte in pizzeria.
Da vent’anni il Covo lo devi conoscere per poterlo trovare, come spiega Raffaella. Arrivato in cima, però, vale la pena di godersi…il mare in montagna: pesce spada fritto, tonno alle erbe, genovese di polipo. Producono anche la pasta, formati insoliti e consigli vari: pappardelle con i funghi, tubetto
rigato con il coccio. In cucina si respira amore, il loro e quello per i loro quattro figli
Per il terzo anno a Pizza a Vico, con il piccolo Giandomenico che non vede l’ora di scendere in piazza e magari farvi assaggiare la loro pizza con le Pacchetelle ed il Provolone del Monaco.

Covo Del Buongustaio
via Paradiso, 21
Telefono: 3315451397