L’ ”arte dei pizzaiuoli napoletani” – è stata la candidatura più supportata a livello popolare nella storia dell’Unesco. L’ok alla pizza patrimonio Unesco è arrivato al Comitato riunito a Jeju in Corea del Sud dal 4 all’8 dicembre dopo una lunga istruttoria per l’iscrizione nel patrimonio dei beni immateriali, che l’ha proclamata all’unanimità.

Oggi l’onorevole Pecorario Scanio , promotore del riconoscimento, è venuto a Vico Equense per un saluto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *